Avevo nove anni quando indecisa su quale sport iniziare seguii mia cugina in piscina…Gli allenamenti erano tanti, ma i risultati pochi…l’ansia del tempo non mi era mai piaciuta! Così a 16 anni decisi di rallentare un po’ in vasca, ma poco dopo qualcosa mi fece riprendere seriamente! Mi era sempre piaciuto correre, fin dalle medie partecipavo alle campestri studentesche e in terza media vinsi anche il titolo regionale!!! Quel giorno eravamo alla fase provinciale a Spoleto, lì arrivò uno personaggio, Piergiorgio Conti, noto a Spoleto per i suoi successi podistici  che mi parlò di questo strano sport: il triathlon. Ne avevo sentito parlare ma non avevo mai avuto la curiosità di sapere cosa fosse! E così nel giro di qualche giorno ero tesserata per la società TD Rimini, la stessa di Piergiorgio. Da rallentare con il nuoto, avevo triplicato gli allenamenti! Di lì a poco diventò una vera passione, si creò un bel gruppo e ogni trasferta era un divertimento!!

Poi arrivò la prima convocazione ad un raduno nazionale, una grande emozione ma anche un punto di svolta…Faticai talmente tanto che da lì dovevo decidere: farlo per gioco o allenarmi seriamente. Quale strada ho scelto?!? Quella che mi ha portato a partecipare a tante gare internazionali, a girare per il mondo e da poco più di un anno a far diventare una passione un lavoro! Naturalmente spostandomi a Roma,decisione presa con Piergiorgio, in un cui c’erano piú strutture e piú possibilitá per allenarsi e facendomi seguire da Alessandro Bottoni che conobbi fin dalle prime gare e che ha subito creduto in me! A Roma si é creato un bel gruppo, U3T, perché  insieme la fatica si supera meglio!!! Certo la strada non è mai stata semplice…..Come per ogni atleta immagino, ma bisogna rialzarsi in fretta e seguire sempre i propri obbiettivi!